Via Solferino 25 Castellina – La Lettera di Aldo

Pubblicato da Andrea Natile il

Mi scrivi una email e mi dici: “Fanne l’uso che ritieni più opportuno e BUON LAVORO.
Eseguo semplicemente… introducendo… il luogo che ci ha visti Vicini
e poi lasciando a te le parole.

Caro “aldopo13” ci conosciamo da 15 anni ormai… e non sono pochi.
Siamo stati vicini in quella casa da cui si vede il mare.
Le isole Toscane sullo sfondo…
un po’ di Puglia, la mia, un po’ di Firenze e di Calabria, di Carla e poi di Sara,
un po’ di Sarnano e d’Ascoli un po’ di Marche di Te e di Giovanna, di Silvia di Laura e di Matteo.
L’accento diverso, un po’ buffo, garbato. Le partite di burraco giocate fino a notte fonda..
L’impegno a tirar su fili d’erba, goccia a goccia e mattonelle appiccicate sull’acquaio.
Preparare festoni d’agrifoglio e mandarini per la cena dell’ultimo dell’anno.
Poi sei andato via

Copio di seguito il corpo della tua email, Una sola parola in risposta: Grazie…
Andrea

Conosco Andrea da più di dieci anni. Sono il suo vicino di casa a Castellina e questo rappresenta, di norma, un ostacolo al naturale dispiegarsi della relazione. Non è stato così per noi due, almeno fino a quando non abbiamo capito che erano in maggioranza le cose che ci univano rispetto all’atavica difesa del proprio territorio. Castellina, poi, ha rappresentato, per entrambi, il luogo adatto per ricontattare le proprie essenze e coltivare le vere passioni, lontano dai meccanismi perversi della quotidianità.
Giorni fa Andrea mi ha invitato a visitare questo sito, e così sono andato, un po’ per amicizia un po’ per curiosità. La scoperta è stata molto piacevole!
La forma è dolcissima, il layout lineare e ordinato, i caratteri ben scelti, la navigazione molto friendly. In sintesi “semplice” dove la semplicità è quella cosa difficilissima da realizzare ma che sta alla base di ogni successo.
I contenuti ancora meglio. Sebbene la mia scarsa cultura affondi le sue radici in un terreno più “nazional popolare” trovo che le scelte di Andrea, in tutte le espressioni artistiche rappresentate nel sito, siano state fatte con lo specifico intento di trovare l’emozione ed in questo c’è riuscito. Anche con me.
La scoperta, dicevo, è stata gradevole ma non sorprendente. So benissimo che la veste ufficiale d’ingegnere informatico, indossata anche questa con rigore e professionalità, nasconde un hippie d’infinite passioni. Alpha e omega. Come in ognuno di noi, come nella vita.
Bravo Andrea.

Aldo Poli

Categorie: Storia

Andrea Natile

Ho studiato Ingegneria Elettronica a Firenze e ho lavorato in aziende di importanza internazionale come Informatico in diversi settori applicativi. Attualmente i miei interessi principali sono la musica e la storia.

Lascia un commento