Camargo Guarnieri – Danza Brasileira

Pubblicato da Andrea Natile il

Le danze brasiliane sono ispirate dal folclore del Brasile che forse il più ricco del mondo.
La vitalità ritmica con cui sono state composte può ricordare le danze frenetiche che sono il principale canale per giungere allo stadio di gioia, estasi e possessione nelle cerimonie nei terrerios dei neri brasiliani.
Per distinguere una danza dall’altra non ci si basa su un particolare ritmo ma sulla loro coreografia, quindi i compositori quando usano i titoli batuque, maxixe, samba o lundu tentano di captare lo spirito della coreografia stessa. Guarnieri spiegava “ Le mie danze sono suggestioni di atmosfere”.
La DanzaBrasileira che fa parte di una trilogia insieme DanzaSelvagem DanzaNegra, fu composta prima per pianoforte solo e successivamente in versione orchestrale timbricamente e strutturalmente più ricca.
Guarnieri spiegò l’ispirazione di questo brano: “Sono nato nella piccola cittadina Tietè, in una casa in cima ad un pendio sul margine del fiume Tietè. In Brasile il 13 di maggio commemoriamo l’abolizione della schiavitù. MI ricordo che, quando ero bambino, udivo il ritmo delle danze dei neri durante queste commemorazioni, il ritmo era incessante e la mia danza brasileira emerse da questi ricordi”.
Questo brano possiede un ritmo di samba insinuante che lo attraversa e che lo permea per tutta la durata con la caratteristica di leggerezza e allegria. Le note ripetute del tema potrebbero essere considerate una mancanza di ricercatezza ma conferiscono invece al brano, la peculiarità di accessibilità e di possedere quell’aroma di popolarità che lo rende piacevole.
MariodeAndrade, poeta, musicologo e critico, uno dei fondatori del ModernismoBrasiliano e quindi personaggio molto influente della cultura della prima metà del ‘900 in Brasile, in un articolo apparso nel Diario Nacional nel 1928, si espresse sulla Danza: ”… ispirato da elementi etnografici (scale discendenti, ritmi brasiliani, settime diminuite…) il materiale musicale viene trattato con spirito limpido e franco e con armonizzazione raffinata…”.
L’indicazione Bem ritmado immediatamente connota con esattezza l’andamento nella sua esecuzione.
L’ostinato ritmico, il quarto tempo accentuato dell’accompagnamento della mano sinistra, gli accenti della melodia della mano destra danno vivacità e al tempo stesso malia al brano.
Questo brano scintillante, nel quale per primo deAndrade riconobbe il futuro di compositore brillante avuto da Guarnieri, resistette al tempo con innumerevoli registrazioni e trascrizioni. La sua versione orchestrale sembra essere il brano di Guarnieri più conosciuto ed è inserito a programmi prettamente eurocentrici per dare quel tocco di felicità e qualità latino-americane.

Categorie:

Andrea Natile

Ho studiato Ingegneria Elettronica a Firenze e ho lavorato in aziende di importanza internazionale come Informatico in diversi settori applicativi. Attualmente i miei interessi principali sono la musica e la storia.

Lascia un commento