Review: A Soprano's Sound Floods the Met in 'Ariadne' - The New York TimesPurcell utilizzava spesso il contrabbasso o il basso ostinato, un breve schema nelle parti di basso che ricorre in tutto un brano e sostiene strutturalmente il lavoro. Questo concerto ha dimostrato che, oltre ad essere una base ideale per tessere le sue melodie espressive e talvolta intricate, il contrabbasso può anche essere una fertile base armonica per le improvvisazioni jazz. Nell’Italia dell’era barocca, improvvisare e ideare nuovi temi da ascoltare sullo stesso schema di basso ripetuto era una pratica popolare e questo spirito sopravvive nelle interpretazioni dichiaratamente più moderne di L’Arpeggiata.

L’Arpeggiata è un ensemble che ha affrontato una vasta gamma di musica antica ma ha anche avuto un grande impatto con la loro traduzione nel linguaggio jazz della musica italiana del XVII secolo, particolarmente efficace in Monteverdi. DLavoro dedicato a un compositore del XVII secolo, Henry Purcell, delicatamente riarmonizzato e reinterpretato attraverso l’applicazione di tecniche jazz improvvisative.

Categorie:

Andrea Natile

Creatore di contenuti digitali di arte, musica, storia e scienza

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: