Ricordami il giorno e l’anno
ricordami come era il tempo
e se ho dimenticato,
dammi una smossa

ricordami come era il tempo
e se ho dimenticato,
dammi una smossa

e se mi viene voglia di andarmene
rinchiudimi e butta via la chiave
con iniezioni di ricordo
dimmi come mi chiamo

se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sino e perché vivo
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
ricordami i miei sogni più pazzi
ricordami queste lacrime sulle mie guance
e se avessi dimenticato, come mi piaceva cantare
se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sono e perché vivo
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
ohhhh
riccordami chi sono
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sono, perché vivo
ricordami il giorno e l’anno

Categorie: Pop

Andrea

Nato in un piccolo paese del SUD Casarano, ho studiato e lavoro in una bella città del NORD Firenze. Ho girato un poco il mondo, non quanto avrei voluto, ora vivo nella TERRA DI MEZZO., un po’ in una casa in città, un po’ in una casa al mare; un po’ qui in una casa virtuale, un po’ la dove mi porta il cuore.

Lascia un commento