ZAZ ♫ Si jamais j’oublie

Pubblicato da Andrea Natile il

Ricordami il giorno e l’anno
ricordami come era il tempo
e se ho dimenticato,
dammi una smossa

ricordami come era il tempo
e se ho dimenticato,
dammi una smossa

e se mi viene voglia di andarmene
rinchiudimi e butta via la chiave
con iniezioni di ricordo
dimmi come mi chiamo

se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sino e perché vivo
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
ricordami i miei sogni più pazzi
ricordami queste lacrime sulle mie guance
e se avessi dimenticato, come mi piaceva cantare
se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sono e perché vivo
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
ohhhh
riccordami chi sono
se mai dimenticassi come correre a gambe levate
se un giorno fuggissi
ricordami che sono chi mi ero ripromesso di essere
se mai dimenticassi le notti che ho passato
le chitarre e le grida,
ricordami chi sono, perché vivo
ricordami il giorno e l’anno

Categorie: Pop

Andrea Natile

Ho studiato Ingegneria Elettronica a Firenze e ho lavorato in aziende di importanza internazionale come Informatico in diversi settori applicativi. Attualmente i miei interessi principali sono la musica e la storia.

Lascia un commento