col sassofonista Lee Konitz

Al Pere La Chaise sono andato, con Sara, a rendere omaggio alla tomba del piccolo uomo con le ossa di cristallo. Colpito alla nascita dall’osteogenesi imperfetta, malattia genetica anche nota come “Sindrome delle ossa di cristallo”, che non gli permise di superare l’altezza di 102 cm). Petrucciani considerava tale disagio fisico come un vantaggio, che gli permise in gioventù di dedicarsi completamente alla musica tralasciando altre “distrazioni”.
Le sue straordinarie doti musicali e umane gli permisero di lavorare anche con musicisti del calibro di Dizzy Gillespie, Jim Hall, Wayne Shorter, Palle Daniellson, Eliot Zigmund, Eddie Gomez, Steve Gadd e col sassofonista Lee Konitz

A me le sue velocità e precisione d’esecuzione fanno venire i brividi.

 

 

Categorie: Jazz

Andrea

Nato in un piccolo paese del SUD Casarano, ho studiato e lavoro in una bella città del NORD Firenze. Ho girato un poco il mondo, non quanto avrei voluto, ora vivo nella TERRA DI MEZZO., un po’ in una casa in città, un po’ in una casa al mare; un po’ qui in una casa virtuale, un po’ la dove mi porta il cuore.

Lascia un commento