Saper vedere

Sulla strada principale del paese vengo attratto da quella che sembra la mostra di uno scultore ed incisore di tronchi e rami d'ulivo. Ci entro e, seguito dagli occhi dell'artista, faccio il giro dell'ampio stanzone disseminato da improbabili opere d'. Alla fine del percorso, ritornato sulla porta d'entrata, vengo fermato dall'autore, il quale mi invita a meglio le sue opere, interrogandomi sull'esito di questo nuovo sguardo. Ed ecco che comincia ad illustrarmi ciò che emerge dalle venature del legno o dai profili e affossamenti naturali che rami e pezzi di tronco presentano: qui è evidente il volto di Cristo con la sua corona di spine, qui è l'immagine della Madonna che emerge e qui è la figura di Padre Pio e poi quella del Papa con la sua mitra papale e ancora Maria e ancora Gesù… continuerebbe all'infinito a mostrarmi le apparizioni “evidenti” che hanno saputo, per volere divino, segnare quei legni d'ulivo. In uno stesso tronco, ad esempio, è evidente la malattia, la morte e la resurrezione, tutto un percorso sapienziale naturalmente espresso da un autore soprannaturale. Nei locali sottostanti, per chi riesce a sottrarsi a questa invasione di immagini sacre, vi è poi quello che è da lui chiamato il della e della , una raccolta notevole di materiali, più o meno tecnologici, che vanno dai primi rudimentali strumenti per scrivere, sbarbarsi, far di conto e comunicare, fino alle innumerevoli varianti di audio, , proiezione e riproduzione. Ma l'artista, collezionista, custode e visionario non pare tenerci particolarmente al suo Museo. Lui raccoglie le firme dei visitatori a cui mostra pezzi d'ulivo o foto di opere in cui le immagini sacre si mostrano e con esse il turbine di emozioni che la fede, e solo la fede, può far manifestare. Una fede, tra occhi aperti e chiusi, di un eletto che si fa depositario di un divino contatto capace di invadere la sua anima attraverso le immagini su cui posa il suo sguardo.


Andrea Natile

Creatore di contenuti digitali di arte, musica, storia e scienza

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: