Louis-Gabriel è stato un e violinista francese. Fu un pioniere dello stile strumentale italiano in .
Image for artistGuillemain nacque a Parigi alla fine del 1705 e fu cresciuto dal conte de Rochechouart che assicurò che Guillemain ricevesse presto un'educazione musicale completa. Guillemain ha studiato , viaggiando poi in Italia per studiare con Giovanni Battista Somi e Jean-Marie Leclair. Lavorò alla corte reale di e divenne uno dei musicisti di corte più pagati.
Al suo ritorno in Francia, Guillemain fu nominato violinista all' di Lione e poi primo violino all'Accademia Reale di Digione nella primavera del 1734. Guillemain in seguito si trasferì a Parigi, dove fu un partecipante attivo nella comunità musicale come violinista e compositore di sonate.
Appena due anni dopo il suo matrimonio con Catherine Langlais nel 1757, Guillemain entrò al servizio del re come violinista. Le sue ultime composizioni risalgono al 1762.
Come violinista, Guillemain è stato salutato come il migliore di Parigi e descritto in una lettera di Louis-Claude Daquin come “un uomo pieno di fuoco, genio e vita… è forse il violinista più straordinario e abile che si possa sentire suonare”.
Le composizioni di Guillemain comprendono almeno 18 opere sui generi di sonate, sinfonie, concertini, danze e sonate per con accompagnamento di violino. Le sue opere mostrano una conoscenza approfondita delle tradizionali forme sonata-allegro e sinfoniche oltre a temi molto chiari. Le sue opere esemplificano l'affascinante ed elegante stile strumentale italiano. Tutte le sue opere erano tecnicamente molto impegnative, soprattutto per il violino per il quale ha scritto parti virtuosistiche. Insieme a Jean-Marie Leclair, Guillemain ha contribuito maggiormente alla scuola di violino francese.
Sulla strada per Versailles nel 1770, Guillemain si suicidò accoltellandosi quattordici volte con un coltello in risposta a una situazione finanziaria sempre più disperata.


Andrea Natile

Creatore di contenuti digitali di arte, musica, storia e scienza

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: